//Le demolizioni: dieci punti chiave
Le demolizioni: dieci punti chiave 2016-03-17T15:16:01+00:00

Le demolizioni: dieci punti chiave

 


Spesso nel campo edile s’identifica il verbo “demolire” con“distruggere” generando una semplicistica interpretazione di un’azione che può essere anche molto complessa.

 

Demolire è universalmente ritenuto un’attività semplice e alla portata di tutti gli operatori del settore edilizio. Da qualche anno, una maggiore richiesta di demolizioni controllate, demolizioni selettive e decostruzioni, unitamente all’aumentata sensibilità per i problemi dell’ecologia e della sicurezza, impongono sempre più una maggiore professionalità agli operatori del settore delle demolizioni.

 

Operatori e committenti avvertono la necessità che la materia “demolizioni” al pari delle “costruzioni” faccia riferimento ad un corpo normativo specifico che ne detti regole precise a garanzia di tutti gli intervenenti.

 

Sintomo di questa necessità è il nascere spontaneo d’associazioni di categoria create sia con lo scopo di promuovere l’attività ma anche per favorire lo scambio d’esperienze tra operatori ed offrire ai committenti garanzia di competenza ed efficienza con conseguente ricaduta positiva su tempi e costi. (Vedere AIDECO; Associazione Italiana Demolizione Controllata).

 

A nostro avviso per tutti gli interventi di demolizione di una certa entità o che comportino modifiche degli stati tensionali della struttura, andrebbe redatto un progetto di demolizione, l’azione andrebbe programmata, valutata ed affrontata con le migliori tecnologie disponibili, posta in atto da personale qualificato e competente sotto la guida di un professionista. Di ciò trarrebbe sicuro vantaggio il committente, la sicurezza degli operatori e l’economia stessa dell’azione di demolizione.

 

Nell’attesa che il legislatore emetta le norme di riferimento Vi proponiamo il nostro modo di affrontare gli interventi di demolizione.

 

La metodica si suddivide in dieci punti chiave:

 

1.

COMPRENSIONE ED ANALISI delle reali necessità del committente.

2.

ESEGUIRE UNA INDAGINE STRUTTURALE per assicurarsi l’approfondita, comprensione dello schema di distribuzione delle forze e delle possibili alterazioni determinate nel corso della demolizione al variare degli stati tensionali. 

3.

EFFETTUARE VALUTAZIONI AMBIENTALI allo scopo di:– minimizzare l’impatto di polveri e rumore nell’ambiente circostante usando la migliore tecnologia di demolizione disponibile;– analizzare i materiali costituenti la struttura da demolire per individuare il miglior modo per smaltire le macerie;– scegliere la pezzatura più idonea per garantire la massima economia e favorire il riutilizzo o lo smaltimento delle macerie da demolizione attraverso un impianto di riciclaggio. 

4.

ESEGUIRE UN PROGETTO DI DEMOLIZIONE elaborato scegliendo la tecnologia d’intervento più idonea, privilegiando la sicurezza, l’ambiente e l’economia del lavoro. 

5.

FORMULARE IDONEA RICHIESTA d’eventuali autorizzazioni e permessi agli enti ed agli aventi diritto. 

6.

PREDISPOSIZIONE delle opere provvisionali e dei dispositivi di sicurezza idonei. 

7.

EFFETTUARE UNA VERIFICA della corretta esecuzione delle fasi precedenti e della disponibilità delle autorizzazioni eventualmente richieste. 

8.

EFFETTUARE L’AZIONE di demolizione programmata osservando scrupolosamente le fasi e le metodologie previste nel progetto di demolizione. 

9.

CONTROLLARE CONTINUAMENTE  affinchè tutto avvenga come programmato, ad ogni variazione occorre essere pronti ad apportare i correttivi necessari per operare sempre in sicurezza e nel rispetto del progetto, delle norme vigenti e delle regole della buon’esecuzione. 

10.

PROVVEDERE ALLA MOVIMENTAZIONE, RECAPITO E SMALTIMENTO delle macerie presso discariche autorizzate, preferibilmente dotate di impianto di frantumazione per il riciclo degli inerti ed il recupero del ferro. Nel caso di cemento armato, dovrà essere preventivamente valutato il limite di pezzatura dei monoliti di calcestruzzo accettati in discarica essendo variabile in funzione dei mezzi di frantumazione disponibili presso l’impianto di smaltimento macerie. 


CONCLUSIONI:

Si demolisce in situazioni sempre diverse è dunque indispensabile che ogni operatore abbia un vasto bagaglio di esperienze che gli permettano di gestire le emergenze o le variazioni sempre in agguato nel corso del processo di demolizione.
Per eseguire al meglio le opere di demolizione si ritiene fondamentale la professionalità degli operatori unitamente ad una attrezzatura completa ed efficiente.

Seguire scrupolosamente questa breve guida in dieci punti, inspirati ai principi della “QUALITÀ”, ci ha spesso aiutato a superare brillantemente situazioni complesse.
Ci auguriamo possa essere utile anche ad altri operatori del settore, oltre a contribuire ad orientare e guidare i committenti verso scelte consapevoli.

Milano 24/03/07

dott. Arch. Eugenio Pensa

 

Per ogni ulteriore informazione chiamaci, la nostra esperienza ti aiuterà a risparmiare

www.tagliomuri.com

contatto immediato tel 3200 533 533