//Demolizione controllata di strutture in elevazione
Demolizione controllata di strutture in elevazione 2016-03-17T15:14:56+00:00

Demolizione della torre piezometrica della stazione ferroviaria di Pontassieve: 

1 Torre dell'acqua da demolire 600 x 400

Demolizione della torre piezometrica della stazione ferroviaria di Pontassieve, alta oltre 30 metri dotata di quattro serbatoi in CA da 20.000 litri cadauno

 

8) Taglio dell'ultimo portale superiore

3 Taglio trave con disco 600 x 400

4 600 x 400

Con l’ausilio di un cestello e di una gru si è proceduto all’imbrago ed al taglio delle strutture sovrastanti i serbatoi

 

5 600 x 400

6  600 x 400

 I serbatoi in CA della capacità di 20.000 litri pesanti 15 tonnellate cadauno, vengono portati al suolo

 

10) Abbassamento al piano del primo serbatoio del peso di 20 tonnellate

17) Con un disco da 1600 mm si taglia il ballatoio e la trave

18) Il primo pezzo di ballatoio è stato abbassato al piano

Dopo aver tolto i serbatoi si procede al sezionamento della struttura in porzioni compatibili con la portata della gru

 

11 600 x 400

Si procede successivamente al sezionamento ed all’abbassamento al piano del ballatoio di servizio

 

30) Fase di distacco

21) Il terzo pezzo di ballatoio viene sezionato dopo essere stato imbracato

14 600 x 400

Le porzioni vengono imbracate prima del sezionamento ed alla gru viene attribuito un tiro leggermente inferiore al peso del manufatto da asportare per limitarne le oscillazioni

 

39) Fase di abbassamento al piano

40) Il pezzo posato a terra viene liberato dalle catene di imbraco

17 600 x 400

18 600 x 400

Si procede al sezionamento ed all’abbassamento al suolo delle porzioni sezionate

 

42) Fase di distacco di un nodo strutturale

20 600 x 400

20 600 x 400

Dopo i ballatoi si imbraga e si seziona la struttura composta da travi e pilastri nelle sue parti essenziali

 

51) Le grosse ganasce frantumano gli elementi strutturali aventi una sezione di 40 x 40 cm

53) fase di frantumazione

La decostruzione procede fino al completo sezionamento della struttura fino a quota terreno

 

50) Il ferro viene estratto dalle macerie per essere smaltito separatamente

54) Della imponente torre non rimane che un cumulo di macerie

In ultimo con una pinza si procede alla frantumazione delle strutture che saranno successivamente avviate ad un impianto di riciclaggio per la separazione delle parti ferrose ed il riutilizzo delle macerie opportunamente trattate

Se devi fare qualcosa di simile chiamaci, la nostra esperienza ti aiuterà a risparmiare

www.tagliomuri.com

[email protected]

contatto immediato tel 3200 533 533